Le rotatorie a Sharm. Manuale per pochi intimi

Qualche giorno fa ho avuto modo di leggere, su una pubblicazione locale di Sharm el Sheikh, un articolo che mi ha colpito: era intitolato “Le rotatorie di Hadaba”.
Per prima cosa è bene specificare alcuni punti, per meglio comprendere.
Il primo punto riguarda la pubblicazione in questione: un free-press che qui si trova un po’ ovunque, edito in lingua inglese.
Il secondo punto riguarda il bacino di utenza: un pubblico di lettori quasi esclusivamente stranieri, principalmente residenti.
Il terzo punto riguarda la località: “Hadaba”, una zona residenziale di Sharm el Sheikh dove, tradizionalmente, abitano la maggior parte dei residenti stranieri (italiani, inglesi, tedeschi, spagnoli, ecc… e russi, naturalmente, che ormai li trovi ovunque…).

In quel di Hadaba, appunto, sono recentemente state inaugurate ben due rotatorie nuove di zecca! Il “recentemente”, è d’obbligo precisare, si riferisce alla realizzazione delle rotatorie, visto che i lavori stradali, iniziati circa un anno fa per dar vita ad un’opera “faraonica” (il termine è appropriato…) di ben due chilometri (scarsi) di asfaltatura, è ancora da terminare… ma per questo c’è tempo… Continue reading

Egitto. Il nuovo Codice della Strada, siamo tutti salvi!

Poco meno di due anni fa è entrato in vigore il Nuovo Codice della Strada egiziano, ricco di modifiche degne di uno Stato che tiene alla salute dei propri cittadini e che si vuole mettere al passo con i ragionevoli standard ormai acquisiti dalla gran parte del pianeta.

Innanzi tutto è bene evidenziare che in Egitto gli incidenti stradali sono statisticamente la seconda causa di mortalità. Pensiamoci, quando facciamo quattro passi, prendiamo un taxi, un autobus o guidiamo uno scooter…

All’inizio siamo rimasti un po’ tutti stupiti dalle norme che, per la prima volta, regolamentavano una delle principali attività ludico-ricreative in voga in queste parti del globo. Ad una prima occhiata distratta, sembrava un casuale agglomerato d’inchiostro, poi, piano piano, tutti si sono resi conto del prezioso contributo concesso alla sicurezza, ma non era che l’inizio di una presa di coscienza che si è rivelata andare ben oltre le aspettative…

Molte sono state le norme introdotte, ma di alcune ancora rimane oscuro ai più il significato, probabilmente perchè non basta imparare a memoria, per far apprendere si dovrebbero usare degli strumenti d’istruzione alla portata di tutti, in modo che, col comune senso civico e di basilare responsabilità, certi comportamenti diventino parte di una cultura, e con essa di un popolo. Continue reading