I morti che servono all’occidente

C’è voluto l’ennesimo carico di disperati, inghiottiti dal mare nel canale di Sicilia, per registrare una proposta decente da parte della politica italiana nella lotta contro il traffico umano tra l’Africa e l’Europa.

Quasi un migliaio di morti in un colpo solo, per destare l’attenzione generale e mostrare la cruda realtà, come uno schiaffo ricevuto nel dormiveglia.

Eppure di morti, in quel braccio di mare che divide il nord e il sud del mondo, ce ne sono stati molti di più, nei decenni di traversate disperate su gusci di noce in balìa delle onde. Continue reading

Immigrati, verso l’Isola che non c’è

image24Sale a oltre 200 il conto delle vittime della sciagura nelle acque di Lampedusa, che dalla scorsa settimana monopolizza l’attenzione dell’opinione pubblica italiana ed europea.

Tra indignazione popolare, esternazioni politiche di circostanza e cordoglio generale, sembra quasi che le colpe dell’accaduto siano ricadute come un fardello ignobile sulle spalle dell’Europa, e dell’Italia in prima battuta, che dei confini comunitari (quando fa comodo) pare sia responsabile del controllo, dimenticando velocemente il comportamento dei nostri vicini d’oltralpe, che giusto qualche anno fa avevano bloccato la frontiera, al flusso proveniente dall’Italia.

Continue reading