Just Another Brick in The Wall

4 TAccendo la TV e vedo gente in piazza, immagini di manifestazioni, scontri, violenza di gente stanca e incazzata.

Allora penso – al di fuori della cronaca odierna, di cui ho vecchi ricordi di cronista, e che ho sempre condannato – che non potrà esserci un vero cambiamento, nella nostra piccola Italia, solo con le parole e i buoni propositi. Ogni cambiamento vero, radicale, deve passare per una rottura netta, forte, violenta, che tagli ogni legame col passato, rilanciando un vero rinnovamento sociale, per ritrovare (o scoprire) quei valori umani che più di 200 anni fa i francesi hanno mostrato al mondo.

Libertà, Uguaglianza e Fraternità sono principi universali, non hanno colore, non hanno bandiera, non hanno una paternità, ma sono patrimonio di ogni uomo e ogni donna, nella nostra cultura.

Ho troppo rispetto per le divise, per chi è deputato al controllo dell’ordine pubblico (anche se il temine mi ricorda molte pagine della nostra storia moderna, di un ventennio passato) e guadagna 1500 euro al mese, mettendo la propria vita a rischio per la collettività, e per questo non potrò mai essere d’accordo con chi, armato di spranga e casco, fronteggia un muro di scudi retti da padri di famiglia, da figli di gente che lavora, da persone del popolo, quello stesso popolo diviso solo da un sottile velo di plexiglass. No, non esiste “nemico” tra quei due schieramenti, solo persone che vivono le loro vite, con le loro storie, fatte di problemi e sacrifici quotidiani. Il nemico dei principi universali di umanità e giustizia non è lì, ma poco più indietro quegli stessi scudi, che guarda alla finestra lo spettacolo, come fosse in un’arena.

brick-in-the-wall_2Non capisco come sia possibile che gli italiani accettino questa battaglia tra poveri, quando la vera guerra dovrebbe essere combattuta tra chi è in strada – in entrambi gli schieramenti – e chi ruba i soldi di tutti, chi stringe le casse dello stato privando il popolo anche della dignità, pur di mantenere il privilegio di uno status che ha il costo di milioni di euro, spesi quotidianamente per alimentare quella metastasi che si chiama politica.

Just another brick in the wall. Io credo che questo muro si dovrebbe abbattere, con la volontà di tutti. Nessuno lo farà per noi.

Ti piace questo articolo? CondividiloShare on Facebook
Facebook
0Share on Google+
Google+
0Share on LinkedIn
Linkedin
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

Rispondi